Se non hai 18 anni o più non puoi visitare questo sito web.
Non vendiamo alcolici ai minori di 18 anni. Devi avere almeno 18 anni per visitare questo sito web. Non condividere i contenuti di questo sito con nessuno di età inferiore ai 18 anni. Hai più di 18 anni?

Riferimento: pr#0233

Marca: Bosman Adama

Bosman Family Vineyards Adama rosso

La zona Sud Africa, Walker Bay Uva 63 %Shiraz , 21 %Mourvedre , 6 %Grenache Noir, 5 %Cinsault , 1 %Primitivo , Bottiglia 0,75 l Alc perc 14,5% Imbottigliatore Vini Bosmani Mangiare Casseruole, carni alla griglia, stufati, formaggi a pasta dura Allergeni solfito Anno 2021
Prezzo € 14,65
Più
Op Voorraad
Tutte le migliori vendite

Elenco dei prodotti per la marca Pierre Amadieu

Pierre Amadieu Gigondas

1929

Fondazione della casa Pierre Amadieu

La famiglia Amadieu è legata da generazioni alla denominazione Gigondas. Nostro nonno, Pierre Amadieu , proprietario di 7 ettari ai piedi del villaggio, dove viti e ulivi crescevano fianco a fianco da più di un secolo, decise di imbottigliare il suo Gigonda nel 1929. Fu uno dei primi a scrivere il nome della denominazione sulle sue bottiglie e per il suo Clos de la Paillouse millesimato vinse una medaglia d'oro al Concours Agricole de Paris nel 1932.

Pierre, assistito dalla moglie, svilupperà la proprietà di famiglia e diventerà uno dei principali attori della denominazione. Per esercitare al meglio la sua attività, nostro nonno costruì nel 1945 una cantina ed una cantina interrata per l'invecchiamento dei vini. È stato scavato su due livelli interrati, garantendo temperatura e umidità costanti.

1950

Acquisizione delle proprietà Romane e Machotte

Nostro nonno è stato un pioniere in molti ambiti: ha selezionato vini e poi ha acquistato negli anni '50 due proprietà storicamente legate: Romane e La Machotte. Con il passare degli anni, delle generazioni e delle campagne di impianto, i 7 ettari sono diventati 137, facendo della Maison Pierre Amadieu il più grande vigneto privato di Gigondas. Questi 137 ettari di vigneto sono circondati da 200 ettari di macchia e boschi, che garantiscono una protezione naturale al vigneto.

Poi nel 1955 acquistò ad un'asta di candele un ex tunnel ferroviario vicino a Pierrelongue, nella Drôme, per far maturare lì i suoi vini. Questo spazio privilegiato, lungo 160 metri, ha ricevuto 159 botti da 30 ettolitri, consentendo una maturazione eccezionale. Ma i vincoli logistici ci hanno portato a chiudere questa sede nel 2000.

Nello stesso periodo, la cantina dell'azienda agricola Machotte è stata dotata di botti di rovere – tuttora utilizzate – e riceve fino a 2000 ettolitri di vino in legno. I vini beneficiano di un'aria condizionata naturale, dove sono ancora visibili vecchie botti di ceramica del 13° secolo.

Pierre Amadieu , nostro nonno, non è stato solo un viticoltore e costruttore, ma anche un precursore in molte cose. Prima di tutti i discorsi attuali sull’ambiente, fuori stagione pascolava un grande gregge di pecore nei vigneti – fino a 1.200! -, applicando sia la concimazione naturale che l'inerbimento controllato, per ottenere un vigneto naturale e sano.

Si occupò anche dell'aspetto strutturante del paesaggio vitivinicolo, piantando numerosi ulivi e cipressi fiorentini, che oggi sono una delizia per gli escursionisti.

1965 e 1975

La tenuta è costruita attorno a Jean-Pierre e Claude

Appassionato amante e difensore di questo terroir, nostro nonno ha avuto un ruolo decisivo nella storia della denominazione. Lavorò ovunque per far conoscere il nome Gigondas e i suoi vini furono presto apprezzati, tanto da figurare per molti anni sulla carta dei vini di Francia (l'immortale transatlantico) o sull'Air Afrique.

Dopo aver completato gli studi di economia, suo figlio Jean- Pierre Amadieu lo raggiunse nel 1965 e costruì una solida rete commerciale, nella quale erano importanti l'esportazione e la vendita a ristoratori e commercianti di vino.

Nel 1975, qualche anno dopo la consacrazione a cru dei vini della denominazione Gigondas, il suo secondo figlio Claude venne a vivere lì e lavorò in vigna. Eredita questo rispetto per l'ambiente e si impegna a gestire le viti nel modo più naturale possibile. Produsse il primo trotto Gigondas e creò anche i propri vivai per ottenere esattamente il tipo di pianta che desiderava. Con la moglie Muriel sviluppano le vendite ai privati; e per la gioia degli amanti del vino, lanciano la cuvée Domaine Grand Romane, un allegro blend di vecchi vitigni Syrah, Grenache e Mourvèdre.

Oggi

subentra la 3a generazione

Nel 1989, Pierre Jr. (figlio di Jean-Pierre) ha rilevato l'azienda di famiglia, dopo aver studiato ingegneria agraria a Parigi, seguito da una specializzazione in viticoltura a Montpellier. Condivide con Jean-Marie il delicato compito di produrre vini. Il desiderio di Pierre è quello di ricercare nei nostri vini la finezza, la lunghezza e la freschezza “borgognona”. Grazie ad un'attenta selezione degli appezzamenti, ha dato vita a una nuova unità di produzione vinicola che oggi permette di produrre 3 cuvée Gigondas – Domaine Grand Romane, Romane-Machotte e Le Pas de L'Aigle – ognuna con il proprio modo di fare questo esprime un terroir eccezionale. Questa alleanza dei vitigni e del clima mediterraneo con la freschezza e la finezza dell'altitudine produce vini generosi, eleganti ed equilibrati che durano a lungo al palato.

Appassionati di vino, i figli di Claude si uniscono naturalmente alla tenuta:

Henri-Claude è a capo del reparto vendite. Dopo gli studi superiori in economia, ha fondato con successo la sua azienda di servizi di segnaletica, che ha gestito per sei anni. Nel 2010 inizia il suo ritorno nel mondo del vino e si reca all'estero per partecipare all'avventura della famiglia Chappellet nella Napa Valley (USA). Lì ha svolto attività di vinificazione per poi dedicare un anno all'enoturismo, al commercio al dettaglio e infine alla rete di distribuzione.

Jean-Marie è entrato a far parte della tenuta nel 2015. Agronomo ed enologo di formazione, affianca Pierre in cantina per gestire la vinificazione e l'assemblaggio. Dopo aver trascorso alcuni mesi con i nostri colleghi viticoltori Delas nella valle del Rodano settentrionale e Chappellet nella Napa Valley, si è sentito il desiderio di unirsi all'avventura di famiglia!

Dal 2018 Marie è tornata a Gigondas. Si è diplomata alla scuola di ingegneria agraria Purpan di Tolosa e ha lavorato per un periodo presso il Crédit Agricole, nel cuore della Champagne. Si occupa della clientela privata e della cantina.

2019

90 anni di storia per la nostra famiglia di appassionati viticoltori

Continuiamo a migliorare continuamente le nostre conoscenze e infrastrutture. All'inizio del 2019 abbiamo inaugurato la nostra nuova cantina di stagionatura. È costruito in pietra naturale e può ospitare 75 unità da 225 litri e 21 tonnellate da 30 e 50 ettolitri.

Nel 2014 abbiamo ampliato anche il nostro seminterrato con la costruzione di un edificio dedicato all'etichettatura e alla preparazione degli ordini.

Nel luglio 2019 abbiamo rilevato Domaine les Hautes Cances a Cairanne. Questa giovane denominazione ci sta particolarmente a cuore; Dal 2014 siamo legati lì alla vendemmia del vino Les Hautes Rives. Il vigneto si estende su 18,6 ha, suddivisi in Cru Cairanne (12,5 ha), Côtes du Rhône Villages (4,9 ha) e IGP (1,2 ha).

https://www.pierre-amadieu.com

Filtri attivi

Seguici su Facebook